Yoga nelle scuole

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
15 giugno 2013 In Insegnare ai bambini, News

Questo slideshow richiede JavaScript.

Meditazione Yoga e Bambini

Generalmente si è portati a pensare che le discipline orientali, la meditazione o la spiritualità possano essere pienamente comprese solo da persone adulte e mature. Si pensa che l’unica cosa che possa destare interesse nei bambini sia il gioco e che non riescano a stare fermi nemmeno cinque minuti per meditare.
Ebbene, non è proprio così.

In realtà, i bambini sono molto più sensibili e ricettivi di quello che si pensa. Essi sono immediati nella loro percezione del mondo – esteriore ed interiore – e nella sua comprensione; i bambini difficilmente credono a quello che non riescono in effetti a sperimentare. Non tendono a giustificare o concettualizzare ogni cosa con la razionalità, come tendono a fare gli adulti: “Ma no… si però… forse è così”.

Per esempio, se prendiamo un bambino e lo facciamo sedere, gli diciamo di chiudere gli occhi e cerchiamo di persuaderlo a stare tranquillo, ad andare in profondità dentro di sé, a stare in meditazione… ebbene, magari ci seguirà per un po’, per rispetto, per affetto, ma se dentro di sé non avviene effettivamente niente di quello che gli diciamo, scapperà via a giocare appena potrà e non gli rimarrà nulla di quella esperienza.
Se, invece, il bambino riesce effettivamente a raggiungere la profondità e la consapevolezza di cui stiamo parlando, allora sicuramente il suo apprezzamento e la sua comprensione della sacralità di quel momento sarà di gran lunga superiore a quelle di un qualsiasi adulto.

Realizzazione del Sé in Pune (India)Prendiamo come esempio un caso reale. Nella foto potete vedere quattro bambini piccoli che spontaneamente si sono avvicinati al gruppo di meditazione in strada (vicino ad un famoso tempio, ma fuori del tempio stesso). Essi si sono avvicinati, hanno chiesto di voler sperimentare e dal momento in cui si sono seduti non si sono mossi per tutto il tempo: avevano l’attenzione completamente dentro di sé. Era davvero una cosa incredibile! Ed erano venuti da soli, senza i loro genitori.

Sahaja Yoga nelle scuole

Sono ormai diversi anni che la meditazione di Sahaja Yoga viene diffusa nelle scuole in vari paesi del mondo. Certamente in India ciò avviene con maggiore facilità, come si può vedere nelle foto scattate in varie scuole di Pune, una cittadina vicino Mumbai, dove decine di migliaia di bambini hanno preso la Realizzazione del Sé.

scuola materna

Si potrebbe pensare che i bambini indiani siano predisposti per la meditazione ed è per questo che risulti tutto più semplice, ma non è così. Lo stesso risultato si può avere anche  nelle nostre scuole.
Ho potuto constatare di persona i benefici di questo approccio, quando ho seguito un gruppo di una scuola elementare di Roma, con bambini di 8 anni. Il primo giorno erano agitatissimi, parlavano e si muovevano in continuazione. Ma fin dalla prima esperienza di meditazione, alcuni avevano mostrato una grande ricettività e comprensione, superiore ad ogni aspettativa, in quanto  il programma per i bambini è di molto semplificato rispetto a quello degli adulti. Il secondo giorno (della settimana successiva) già c’era un’atmosfera del tutto diversa, e i bambini – gli stessi bambini agitatissimi della volta precedente – erano molto più calmi. Alcuni di loro avevano persino praticato la meditazione a casa da sé.

scuola primaria M.U.Traiano

Un altro esperimento a cui ho assistito era in una scuola superiore. Una vera sfida: la vicepreside ci aveva chiesto di aiutare le classi più turbolente! Nonostante ciò, siamo stati contenti di constatare che la maggior parte degli studenti sia stata molto ricettiva: sono riusciti a rimanere tranquilli per quasi tutto il tempo e alcuni di loro hanno fatto domande appropriate. Ma anche nella classe più difficile (con i banchi che volavano, per dirne una), molti ragazzi hanno mostrato una tale profondità da commuoverci.

Perché Sahaja Yoga nelle scuole?

Ora ci sono molti motivi per cui è bene diffondere Sahaja Yoga nelle scuole.

  1. Migliora l’attenzione e quindi la concentrazione
    Un buon motivo è sicuramente quello che la meditazione sahaj aiuta ad essere più calmi e a stabilizzare la propria attenzione. La maggior parte degli giovani non riesce nello studio non per mancanza di doti naturali, ma per mancanza di attenzione. Il fallimento negli studi non è solo un motivo di dispiacere per i genitori, ma in particolare conferisce uno stato di disagio interiore nel giovane che può perdere la fiducia in se stesso.
  2. Equilibrio interiore
    Un’altro aspetto molto importante è che un giovane che sia realizzato, che abbia trovato la soddisfazione e l’equilibrio in se stesso, non penserà mai di danneggiare gli altri,  né tanto meno se stesso – andando alla ricerca di abitudini nocive.
  3. Senso collettivo
    Nel momento in cui si realizza la connessione con il Tutto – ovvero con la Natura e con chi ci circonda – si stabilizza anche il senso collettivo, e quindi il rispetto degli altri e il desiderio di rendere il mondo migliore.

Per un futuro migliore? No, per un presente migliore

Quando si pensa all’educazione dei bambini, si pensa sempre al futuro, ai benefici che si avranno in futuro.
In realtà il loro potenziale si esplica anche nel presente, come membri di una famiglia e come membri di una società. Mentre gli anziani dovrebbero rappresentare le guide del popolo con la loro saggezza ed esperienza, i giovani dovrebbero rappresentare il potere di rinnovamento e di evoluzione. Ma se questo potere è soppresso, non si potrà mai manifestare.
Quindi permettere ai giovani di essere più equilibrati e concentrati, più gioiosi e volenterosi, è indubbiamente un grosso aiuto per migliorare la cose nella nostra società.



di Silvana Donato

Ci sono 2 commenti

  1. giorgio ha detto:

    Ottimo articolo, avete della documentazione che possibile scaricare. Grazie.

go to the top
go to the top

Caro Utente, in nome del nuovo GDPR, ti informiamo che questo sito NON tratta o vende i tuoi dati personali.
Sappi che alcuni blocchi funzionali del sito salvano delle informazioni sul tuo browser, utili per il loro funzionamento.
Noto tutto ciò, se sei d’accordo, ti invitiamo a proseguire su questo sito.