Nel sociale

Nell’ultimo decennio ci siamo impegnati a promuovere sahaja yoga gratuitamente in vari enti pubblici e privati, anche grazie al supporto degli stessi. Abbiamo cominciato dall’università per poi passare alle scuole ed a casi più impegnativi come carceri e centri di recupero delle ASL. In tutti questi casi si è avuto un riscontro molto positivo, incoraggiandoci a proseguire e ad ampliare i nostri orizzonti operativi.

Nei centri di recupero

Molte strutture sanitarie (Albano, Velletri) hanno e stanno sperimentando s.y. a favore di pazienti con disturbi esistenziali e relativi al problema dell’alcolismo. Il dott.Rotondi fra i responsabili dell’ ASL d’Albano, ha redatto una relazione nella quale si sottolineano i risultati positivi raggiunti attraverso i due corsi svolti nel centro di Prima Accoglienza di Pomezia.

Nelle carceri

Sahaja yoga è penetrata anche nel doloroso mondo della detenzione, grazie alla sensibilità dell’avvocato Angelo Marroni, Garante dei diritti dei detenuti del Lazio, figura istituzionale che tra l’altro si occupa dell’armonico inserimento dei detenuti nella società. Il suo appoggio ha permesso di svolgere corsi di meditazione negli Istituti di pena di Velletri e Latina.
I corsi si sono svolti nei reparti più problematici (politici,criminalità organizzata ecc.) a favore di detenuti esclusi da varie attività carcerarie e quindi condannati alla più deleteria inerzia. I risultati sono stati testimoniati sentiti, scritti, redatti dagli stessi detenuti, che hanno riscontrato una maggiore serenità individuale e migliori rapporti collettivi. Il Garante auspica la continuazione dell’esperienza che ha prodotto largo consenso agli addetti alla vigilanza e alle maestranze civili dei vari istituti di pena.

La lista completa delle varie iniziative è: Iniziative di Sahaja Yoga nelle CARCERI.
Anche all’estero sono state avviati corsi nelle carceri, di cui alcune testimonianze sono raccolte nel blog sahaja-yoga-meditation-in-jails.blogspot.com. Vedi anche: Lettera di Bruno.

go to the top
go to the top

Caro Utente, in nome del nuovo GDPR, ti informiamo che questo sito NON tratta o vende i tuoi dati personali.
Sappi che alcuni blocchi funzionali del sito salvano delle informazioni sul tuo browser, utili per il loro funzionamento.
Noto tutto ciò, se sei d’accordo, ti invitiamo a proseguire su questo sito.