Categoria «Chakra»

Vishuddhi chakra: prendersi cura della… bocca

20 dicembre 2014 Inserito in Trattamenti, Vishuddhi

Come abbiamo visto in altre lezioni del corso, il Vishuddhi chakra è un chakra complesso e comprende tutti gli aspetti della comunicazione. Sicuramente una persona che riesce a comunicare in maniera affabile e che abbia rispetto di sé, avrà un buon Vishuddhi chakra.

In particolare, ora, consideriamo il caso della bocca e di come prendersi cura di essa.

Come prima cosa, abbiamo detto, il linguaggio che usiamo ci permette di avere un Vishuddhi sano. Per cui se riusciamo ad avere un linguaggio benevolo, dolce, diplomatico, rispettoso, siamo sicuri che il nostro chakra della comunicazione si manterrà a posto.
Al contrario, se usiamo la nostra comunicazione in modo (aspetto destro) dominante, aggressivo, se diciamo parolacce o siamo sarcastici o ironici; oppure (aspetto sinistro) se siamo pettegoli, infidi, subdoli, se non abbiamo rispetto di noi stessi, ecc., allora dovremmo cercare di correggerci se vogliamo avere un buon Vishuddhi chakra.
E avere un buon Vishuddhi chakra è alquanto importante, perché è il passaggio fra il chakra del Cuore e l’Agnya chakra: difficilmente riusciremo a percepire il nostro Sé, se il nostro Vishuddhi è bloccato, perché si presenterà proprio come una barriera fra il nostro Sé e la consapevolezza del nostro sé. In particolare, questo aspetto riguarda il lato sinistro: la fiducia e il rispetto in se stessi sono il primo passo verso la percezione del nostro Spirito.

Anche a livello fisico, comunque, dovremmo prenderci cura della nostra bocca, ma in un modo diverso da come ci hanno abituato negli ultimi decenni. Ci sono dei piccoli accorgimenti che ognuno è libero di seguire per mantenere la propria bocca a posto.

Shri Mataji, per esempio, suggeriva di massaggiare periodicamente le gengive con olio e sale (per esempio olio di oliva), questo per mantenere sane le proprie gengive.
Ultimamente ci si è abituati all’idea che “secco è bello”, mentre “unto è sporco”. Sicuramente non vi diremo mai di andare in giro unti e sporchi, ma l’uso dell’olio per massaggiare corpo e capelli, per esempio, è altamente consigliato. L’olio potrebbe essere di mandorle, per esempio, o di cocco in estate, o un altro olio naturale che preferite. Shri Mataji suggeriva di ungere – ma con del burro o ghee (burro chiarificato) – l’interno delle narici e delle orecchie: infatti le pareti di questi organi non dovrebbero essere troppo secchi se vogliamo mantenerli in salute.
In particolare, nel naso, consigliava di mettere una miscela di ghee sciolto con qualche granellino di canfora naturale (meglio non usare niente se non si riesce a trovare la canfora naturale). Questo per proteggere l’Hamsa chakra. Questa miscela andrebbe applicata tutti i giorni, preferibilmente.

Ritornando alla bocca, diamo qualche ulteriore suggerimento.

netta-linguaIn India, si usa pulire la lingua ogni mattina, proprio appena alzati. Infatti  la nostra lingua è coperta da una patina bianca che va tolta, perché è formata da cellule morte e altre sostanze che non dovremmo ingerire, ma togliere.
Sempre in India si usa uno strumento chiamato toungue cleaner (netta-lingua), che difficilmente si trova nel nostro paese. Potremmo allora usare un cucchiaio o cucchiaino, o magari fabbricarcelo da noi stessi.

Un’altra cosa da notare, un’abitudine con la quale siamo stati cresciuti, è l’uso del dentifricio. Sembrerà assurdo da dire, ma l’uso del dentifricio danneggia la nostra bocca piuttosto che aiutarla: infatti esso, con i suoi potenti e aggressivi agenti di pulizia, non va solo a rimuovere lo sporco (ammesso che veramente lo faccia), ma va ad intaccare anche l’ambiente naturale della bocca stessa eliminando le sue difese naturali.
Al massimo, si potrebbe usare un prodotto veramente naturale, ma veramente naturale, se non si riesce a rinunciare all’uso di un prodotto da mettere sullo spazzolino.

Questa cosa è stata già detta da molti, ma ho sperimentato io stessa la validità di questa assunzione, ovvero che i dentifrici creano problemi alla bocca e ai denti. Infatti, fin dall’infanzia, ho sempre pulito i denti con spazzolino e dentifricio con estrema regolarità, ma ho sempre manifestato problemi dentari, sia nella prima che nella seconda dentizione, a tal punto da ritenere di non avere nessuna speranza di riuscire ad avere mai dei denti sani. E invece, una decina di anni fa, avendo letto che i dentifrici sono dannosi, ho smesso di usarli, completamente, uso solo spazzolino e filo, e una polvere naturale alla sera – ma in realtà oramai non serve più nemmeno quella.
Ebbene, da allora, non solo sento la mia bocca sempre pulita e naturalmente protetta, ma non ho più avuto problemi ai denti e nemmeno ho più avuto bisogno di una pulizia dal dentista. (testimonianza di Silvana Donato)

dentifricio-dannoso

Continua a leggere »

Tutti gli articoli

go to the top
go to the top