Home » Attività di Sahaja Yoga » Nell’arte

Nell’arte

Una delle più belle espressioni della creatività umana è l’arte, in tutte le sue forme.
Un vero artista non è solo colui che è capace di dar forma alla materia, ma colui che è in grado di trasmettere un messaggio profondo e sublime a chi ammira la sua opera. Le fonti d’ispirazioni possono essere molteplici, ma esiste sicuramente una “fonte d’ispirazione univerale” capace di rendere immortali le sue opere.

Vediamo che nell’arte si prospettano due fronti: quello dell’esecutore dell’opera e quello dello spettatore, entrambi componenti essenziali di questo ciclo comunicativo.
Questo ci ricorda anche un po’ il senso della creazione in sé, in cui Dio ha creato l’universo e poi l’uomo affinché gioisse e ammirasse la sua creazione.
L’apprezzamento della bellezza, dell’estetica, dell’armonia musicale e così via, sono tutti aspetti della personalità umana che consentono di apprezzare l’arte. Sono qualità che diamo per scontate, ma anch’esse hanno avuto una loro evoluzione: la nostra capacità di apprezzare l’arte si fa sempre più sottile e più profonda, così come la nostra capacità di attingere da questa “fonte d’ispirazione universale” si rende ogni giorno sempre più immediata.

Lo yoga realizza dentro di noi l’armonia e l’unione con il tutto. E’ il mezzo più efficace per permettere la connessione tra noi e questa “fonte di ispirazione universale”, e per aiutare la nostra consapevolezza a diventare più sottile, fino a percepire la profonda essenza dell’arte.
E’ un fenomeno che avviene da sé, spontaneamente, e che non ha bisogno di una preparazione o di un talento particolare. In realtà la nostra capacità di apprezzamento dell’arte è innata e a volte non manifesta, solo perché è coperta da svariati condizionamenti e idee false che abbiamo su noi stessi.
Infatti la qualità creativa (in generale, non solo in campo artistico) è specifica di uno dei nostri centri energetici (lo Swadisthan chakra): al miglioramento dello stato di questo centro, corrisponderà una maggiore e migliore creatività.

Inoltre, l’arte può anche aiutarci nella meditazione. E’ sempre molto difficile trovare uno spazio tra i pensieri, che ci permetta di godere della nostra serenità interiore, ma, per esempio, ascoltare un brano di musica potrebbe aiutarci nell’intento.

Riassumendo, l’arte dona bellezza e armonia alla nostra vita, ci può aiutare nella meditazione, ci può dare gioia, ci può aiutare ad esprimere noi stessi, … ci sono davvero tanti motivi per considerare l’arte un elemento essenziale per il nostro benessere. E’ per questo che sono stati infatti avviati diversi progetti, proprio su indicazione di Shri Mataji Nirmala Devi (la fondatrice di Sahaja Yoga), atti a promuovere l’arte in diversi settori.
Per citarne alcuni:

  • la creazione della P.K. Salve Pratisthan Academy of Art, un’accademia internazionale sita in Vaitarna (India) per promuovere tra gli occidentali la comprensione e lo studio delle arti indiane (musica, danza, pittura).
  • La nascita di una compagnia teatrale internazionale denominata “Theatre of Eternal Values” (TEV), formata da attori professionisti provenienti da ogni parte del mondo, che ha riscosso successi nei teatri d’Europa, Australia, Israele, India e Stati Uniti. La missione di questa compagnia è di produrre spettacoli che promuovano la comprensione tra le razze e le culture di tutto il mondo. Questo gruppo teatrale, dopo aver messo in scena “Il malato immaginario” di Moliere, ha rappresentato negli Stati Uniti l’opera “Il flauto magico” di Mozart con più di cento partecipanti tra attori, cantanti, musicisti e tecnici. Mentre più recentemente ha realizzato uno spettacolo ispirato dalla vita del grande artista William Blake “Blake’s Divine Humanity”, rappresentato a Londra e in varie altre città.
  • L’istituzione dell’Accademia Internazionale di Arte e Musica Classica Indiana a Togliatti, Russia.
go to the top
go to the top