Differenza fra Spirito e Anima

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
11 giugno 2011 In Anahat, Discorsi
Shri Mataji a Volterra 1986

Questa foto è stata scattata durante il dialogo

Riportiamo ora, l’estratto di una conversazione avvenuta in un ristorante a Volterra fra Shri Mataji e alcuni yogi che le hanno chiesto la differenza fra Spirito e Anima.
L’inizio di questo discorso non è stato registrato, così cominciamo da quando Shri Mataji è nel mezzo della definizione della relazione tra Anima e Spirito. L’analogia che Lei usa coinvolge la luce, l’acqua e il bicchiere che contiene l’acqua. Come diverrà chiaro come il discorso continua, la luce sarebbe lo Spirito, il bicchiere il corpo e l’acqua che riflette la luce sarebbe l’Anima.
Agganceremo il dialogo dopo Shri Mataji ha appena esposto questa analogia.

Shri Mataji: …allora essa [la luce) viene qui. Questo [il bicchiere) è il corpo. Tutti i 5 Kosha, le 5 aure, Kosha, sono qui. Così queste 5 Kosha sono gestite dai 5 elementi, l’essenza dei quali può essere chiamata elemento causale, il causale di…

Gregoire: … il causa dei cinque elementi. Quello che noi conosciamo come Atma in sanscrito, è esso dato dall’Anima più lo Spirito, o è solo lo Spirito?

Shri Mataji: Jivatma è l’Anima, mentre l’Atma è lo Spirito.

Gregoire: Così Jivatma è lo Spirito ma individualizzato; appartenente ad una persona?

Shri Mataji: No, no!  Jivatma è l’anima. Significa con questi cinque elementi. E questi cinque elementi vi danno la vostra propria identità, il vostro proprio carattere, le vostre proprie particolarità ecc.
Questi cinque elementi, il modo in cui sono sistemati in voi, questo è l’elemento causale, il causale degli elementi che sono dentro di voi. Allora questi causali agiscono sui chakra e attraverso i chakra questi causali agiscono sull’altro… livello più grossolano. Così dal sottile al più sottile al… si può dire il “sottilissimo”. Si può dire che il sottilissimo è lo Spirito, allora il più sottile è l’Anima e il sottile che avete sarebbero i chakra. Il grossolano è il corpo.

Gregoire: Allora l’Inghilterra dovrebbe riflettersi sull’Italia? [Madre, in una precedente occasione, ci ha detto che mentre l’Inghilterra è lo Spirito, l’Italia è l’Anima a livello universale)

Shri Mataji: L’anima è… questo è il motivo per cui tutta l’arte si è sviluppata da qui [Italia]. Ora l’Anima è l’essenza di tutti gli elementi di questa Europa, che è qui. E l’Inghilterra ne è il riflesso. Così l’Inghilterra si deve riflettere in Italia.

Warren: Vedete, l’acqua nel bicchiere sta riflettendo la luce. L’Inghilterra è la luce e la luce deve brillare attraverso l’Italia che è l’acqua. Intendo gli elementi separati in un certo senso.

Shri Mataji: E lo Spirito può muoversi dall’Anima. Questo è perché i romani arrivarono fino in Inghilterra. Questa è la ragione, in quella ricerca.

Gregoire: Così, in un certo senso, l’Anima è il supporto dello Spirito?

Shri Mataji: No, no! L’Anima… sì, naturalmente. Ed entrambi messi insieme sono l’Anima infatti. Vedete, come lo specchio e il suo riflesso in esso. Entrambi messi insieme sono l’Anima. Il causale dei cinque elementi e lo Spirito messi insieme fanno l’anima. Ora le vibrazioni che sentiamo sono il riflesso della Luce dello Spirito. Lo Spirito non vibra, non vibra. Sono questi cinque elementi a vibrare. Come se – si può dire – mettete un suono sopra questo [un bicchiere d’acqua], esso vibrerà. Potete mettere un sasso in esso, il sasso non vibrerà. Ma questo vibrerà. Lo Spirito quando brilla su questo…

Guido: Così, in quel senso, con anima Lei intende Jivatma? La Jivatma dell’Europa?.

Shri Mataji: Ma l’Atma inolte può muoversi al di fuori. Così l’Atma è andata fuori di esso, che è un errore. Ora essi [gli inglesi, che appartengono al paese dello Spirito] devono riconoscere l’Italia. Allora l’Atma sarà riflessa. Perché l’Atma può lasciare l’Anima. Così l’Atma ha lasciato l’anima. Non c’è Atma qui. L’Atma dovrebbe essere riportata qui. Gli inglesi devono venire… Voglio dire che l’Inghilterra deve venire qui, nel senso che essi devono apprezzare la grandezza di questo paese. Allora si diffonderà. Voi siete quelli che possono riflettere lo Spirito. Voi potete riflettere lo Spirito.
Lo Spirito non fa nulla, lo Spirito non fa nulla: esso riflette. Allora tutte le onde si propagano. Come nel Giorno del Sahasrara. Avete celebrato il Giorno del Sahasrara e in quello l’intera Europa si è riflessa…
Vedete, lo Spirito è quello dove si trova il cuore, che fa circolare l’intera cosa. La circolazione comincia con quello, ma il solo che… gli elementi sono i soli che veramente sono i portatori di quella comunicazione. Loro sono i soli. Sono gli “oratori” ad emettere quella Luce. È in Inghiterra che possiamo cominciare. Ma ora, siccome Io sono in Inghilterra [Shri Mataji viveva in Inghilterra all’epoca], che è la Luce, che è lo Spirito. E quello è riflesso in voi.
…Persino il Cuore aiuta [nel diffondere la Luce]. Il Cuore non rifletterà così tanto, ma il vostro riflesso verrà ricevuto dal Cuore.

“Anima e Spirito”. Volterra (Italia), 25 Luglio 1986.



di Shri Mataji Nirmala Devi

go to the top
go to the top