Lao Tse

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè

Lao TseFilosofo Cinese, noto anche come Laozi (che significa “Venerabile Maestro”), probabilmente Lao Tse fu un contemporaneo di Confucio.  Non si sa molto della sua vita. Si dice che lavorò come bibliotecario della corte di Zhou.
Messaggero di pace, di semplicità e di umiltà, gli insegnamenti di Lao Tze sebbene così antichi, sono ancora piuttosto nuovi, e persino moderni. In essi vi sono le soluzioni alla maggior parte dei problemi del giorno d’oggi.
La meravigliosa freschezza delle idee presentate dal vecchio filosofo è una impressionante testimonianza di come siano fondate su una verità immutabile.
Egli è l’autore del Tao te Ching (o Daodejing), un piccolo trattato filosofico pregno di verità che ha avuto una enorme influenza sul pensiero e la cultura cinese. Insegna la via del Tao, dove il Tao è l’Assoluto, un summa oppositorum, il punto o il momento in cui tutti i contrari si incontrano e si completano nella loro diversità; è l’insieme dell’essere e del non essere, del principio maschile e di quello femminile, di luce e di ombra, di forza e di debolezza, di caldo e di freddo; è l’armonia di tutti i contrasti, di tutto ciò che si alterna, della vita e della morte.
Questi opposti vengono definiti Yin e Yang, le forze primordiali da cui l’idea di Unità trae origine. Yin è la mente femminile, intuitiva e complessa, Yang l’intelletto maschile lucido e razionale. Yin è la quieta e contemplativa immobilità del Saggio, Yang è la forte attività creativa del re. L’attività composta di Yang e Yin è la causa efficiente da cui tutte le cose vengono in essere.
Lao TzeNel Taoismo è molto marcata la diffidenza per la conoscenza ottenuta tramite il ragionamento convenzionali, basata sulla ferma convinzione che l’intelletto umano non può comprendere il TAO.
Shri Mataji disse a proposito di Lao Tse:
“Lao Tze ha cercato di mettere in rilievo il lato sottile dell’umanità. Il Tao è come la Kundalini.
Io ho compiuto la traversata del fiume Yangtze. Questa crociera è stata un’esperienza unica e mi ha permesso di capire in profondità il messaggio di Lao Tze.
Attraversare questo fiume, da principio è estremamente pericoloso e le barche incontrano non poche difficoltà, ci sono numerose correnti che spingono in differente direzioni. Lungo le sponde del fiume, si possono ammirare delle bellissime manifestazioni della natura. Quelle montagne così ripide che vediamo nei dipinti cinesi, sono tutte lì, bagnate dai fiumi che le scorrono intorno.
Come Lao Tze disse: ‘E’ forse molto bello ed attraente l’esterno, ma voi dovreste portare l’attenzione all’interno di voi stessi, e scorrere interamente dentro il fiume Yangtze’.
Questa esposizione è molto significativa, ma quante persone hanno compreso quello che lui voleva dire? Quanti hanno provato a seguire i suoi insegnamenti? In Cina molte persone non sembrano aver preso molto in considerazione Lao Tze ed il Tao, ma verrà il tempo in cui realizzeranno che il Tao è la parte sottile dell’umanità.”

Insegnamenti

Estratti dal Tao Te Ching.

Sulla Grande Madre

“All’inizio era il Tao.
Tutte le cose hanno origine da esso;
tutte le cose ritornano in esso.
Il Tao è chiamato la Grande Madre:
vuoto eppur inesauribile, esso dà vita a infiniti mondi.
È sempre presente in voi. Voi potete usarlo come volete.”
“L’origine del mondo è sua madre;
conosci la madre e così conosci il figlio;
abbraccia il figlio e così abbracci la madre,
che non perirà quando muori.”

Sulla meditazione e il silenzio

”Smettila di pensare e porrai fine ai tuoi problemi.
Che differenza c’è tra sì e no?
Che differenza c’è tra successo e fallimento?
Devi per forza apprezzare a ciò che gli altri apprezzano,
evitare quello che gli agli evitano?
Che cosa assurda!”

“Chi sa non parla, chi parla non sa.
Smetti di parlare,
medita in silenzio,
smussa la tua asprezza
abbandona le tue preoccupazioni,
armonizza la tua luce interiore
e diventa uno con la polvere.
La Natura dice solo poche parole:
il vento forte non dura a lungo, nemmeno la pioggia intensa.
Se le parole della Natura non durano, perché dovrebbero quelle dell’uomo?”

Sull’inazione e i desideri

“Non esaltando i dotati si previene la competizione. Non raccogliendo tesori, si previene il furto. Non mostrando cose desiderabili, si previene lo smarrimento dei cuori.
In questo modo il saggio governa il popolo: svuotando la loro mente, riempiendo le loro pance, indebolendo le loro ambizioni e rafforzando le loro ossa; così che le persone siano innocenti nella conoscenza e nei desideri e i furbi non potranno interferire.
Pratica la non-azione e ogni cosa si metterà a posto.”

“La Natura non possiede desiderio;
senza desiderio, il cuore diviene calmo;
in questo modo l’intero mondo diventa calmo.”

Sull’innocenza e la saggezza

”Chi è pieno di armonia è come un neonato.
I serpenti non lo morderanno, i falchi e le tigri non lo attaccheranno.
Le sue ossa sono morbide eppur la sua presa è sicura, perché la sua carne è agile.
La sua mente è innocente, eppur il suo corpo è virile, perché il suo vigore è abbondante.
Il suo canto dura a lungo eppur la sua voce è dolce, perché la sua grazia è perfetta.”

“Così il saggio nutre tutti gli uomini e non tralascia nessuno.
Accetta ogni cosa e non rigetta niente.
Si cura dei più piccoli dettagli.”

Sulla compassione e l’amore

“La compassione è la più fine arma e la miglior difesa.
Se vuoi stabilizzare l’armonia,
la compassione deve circondarti come una fortezza.”

“Gusta ciò che è insapore,
esalta il modesto,
moltiplica i pochi,
ritorna amore per odio.”



di Silvana Donato

Comments are closed.

go to the top
go to the top