Intervista con Barbara Schuler: principio materno, sesso e altro

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
22 maggio 2013 In Discorsi, Interviste

Barbara: Mataji, siete chiamata “Madre.” E, a quanto pare, nella tradizione indù, c’è un contesto o significato speciale della parola “Madre”. Qual è questo significato?

Shri Mataji: Vedete, è così nella filosofia indiana, ma anche nella filosofia cristiana è così, solo che è stato leggermente modificato. Se leggete i libri degli Esseni, troverete che hanno descritto la “Madre”. Vedete, lo Spirito Santo è la Madre. Quando parlano dello Spirito Santo, Ella è la Madre. Ma come si può avere – dovete ragionarci su: come si può avere un padre e un figlio senza una madre? È  una  cosa così semplice.

Shri Mataji e bambino

Quindi è solo la Madre. Lo Spirito Santo è molto importante. Così, lo Spirito Santo è la Madre.
È una cosa assurda, voglio dire, avere una cosa del genere.
Ma i cristiani hanno accettato questo [il fatto di dire Padre, Figlio e poi Spirito Santo, invece di Madre]. Io non so perché, perché non siano andati a scoprire che cosa è questo affare dello Spirito Santo. Hanno detto: ” È un mistero.” Come puoi dire che è un mistero? Quando non si può spiegare, allora meglio non dirne nulla.
Così, lo Spirito Santo è qualcosa di sospeso in aria. Nessuno lo sa, è un mistero, e il resto è il padre e il figlio. È senza senso!

Ora, il principio della Madre è in ogni scrittura – deve essere là. Ora, il carattere della Madre è che lei è Colei che è il Grembo, lei è colei che è la Madre Terra ed è Colei che vi nutre. Lei ci nutre, lo sapete.
E questo principio  femminile,  in ogni essere umano, risiede in noi come questa Kundalini, come avete visto. E, quando si alza [la Kundalini], lei vi dà questa nuova consapevolezza che diventa compassione, che scorre, che diventa lenitivo, nutriente energia d’amore.
Questa cosa di cui oggigiorno parlano le femministe e tutto il resto, ancora una volta è come un pendolo: un uomo che diventa una donna, una donna che diventa uomo – tutti questi problemi ci sono a causa di questo [pensare errato].

Ma quando ci si muove a spirale verso l’alto, allora dove si arriva? Si diventa una personalità piena di compassione, di amore, di comprensione universale attraverso la consapevolezza collettiva.
E, poi si sale fino a una posizione in cui si diventa universalmente cosciente. Quindi, questo è ciò che dovrebbe accadervi, e se ciò accade, allora dobbiamo dire che le qualità materne dentro di voi si sono evolute e questo è ciò che abbiamo finora trascurato. Non si diventa una donna, ma si diventa materna.
Prima il padre, poi il figlio, e ora la madre! D’accordo?

Barbara: Qual è il ruolo della donna in questo mondo, il ruolo del principio femminile?

Shri Mataji: Direi.. non dico che le donne come donne (che sono nate come donne) solamente hanno quel ruolo, anche gli uomini lo hanno, ognuno di noi ce l’ha in quanto ognuno ha la Kundalini dentro di sé.
Ma le donne devono sapere che se esse sono donne, hanno una maggiore responsabilità. Non che dovrebbero stare a casa a badare solo ai bambini e fare la chioccia, e poi assillare i mariti quando tornano a casa. Questo non è il loro ruolo.
Il ruolo è tale che esse devono essere pazienti. Qualsiasi persona che è madre deve essere come la Madre Terra: quanto Lei è tollerante, quanto lei soffre! La perforiamo, torturiamo la sua vita. Eppure, lei da tutto il tempo, lei è calmante, perdona, sopporta tutto. Stiamo facendo tante cose peccaminose, voglio dire, Lei dovrebbe esplodere veramente di rabbia, così come vanno le cose, ma non lo fa. Lei è molto attenta. Lentamente, lentamente, vi informa che ” Ora uscite da questo posto, c’è un brontolio” Lei è così gentile.

Non è che sono solo le donne debbano sistemarsi con queste qualità, ma è giunto il momento che gli uomini debbano avere queste qualità. Altrimenti, ci sarà sempre uno squilibrio.

Così, ora gli uomini devono diventare estremamente gentili, affettuosi, compassionevoli.

Rinunciare a quello spirito competitivo, quello spirito combattivo come Napoleone aveva – tutte quelle idee sono obsolete. Ora, chi voi rispettate? Persone come il Mahatma Gandhi o Abramo Lincoln. Un americano dovrebbe pensare ad Abramo Lincoln.

«Una volta Napoleone era l’eroe, quando eravamo bambini, in India, abbiamo dovuto conoscere la grandezza di Napoleone, come ha passato la sua infanzia  e come ha conquistato paesi dopo paesi e le sue parole erano usate proprio come un proverbio biblico. Ma oggi, il suo stesso paese non vuole accettarlo come un eroe, al contrario pensano che lui fosse stato un idiota per aver fatto quelle cose. Quindi la situazione è cambiata, la gente ha imparato la lezione e che questo non è il modo in cui l’eroe dovrebbe essere.

Così oggi l’eroe qualcuno come il Mahatma Gandhi o avete avuto qui il signor Martin Luther King,  persone di questo calibro, o direi Abramo Lincoln, che sta venendo fuori come un eroe.

Dobbiamo vedere che cosa c’è di così speciale in queste persone. Erano tutte le anime realizzate senza dubbio, ma una cosa che avevano era che essi avevano assimilato in sé la capacità di emettere la compassione, l’amore, il nutrimento, e la capacità lenitiva della Madre Terra. È proprio grazie a questo che oggi sono rispettati, oggi essi sono rispettati come grandi eroi. » [2]

Barbara: Madre, cosa ci facciamo qui? Qual è lo scopo della vita sulla terra? Che cosa ci fanno gli esseri umani in giro su questo pianeta?

Shri Mataji: Voi siete stati fatti in special modo da Dio. Voi siete stati scelti in modo speciale da Dio per essere esseri umani  e siete qui con un grande scopo.
Il primo scopo di Dio è che dovreste diventare il veicolo dei poteri di Dio, completamente. In modo che Lui fluisca attraverso di voi, che fluisca in questa atmosfera, in questo universo, per renderlo un luogo divino. Quando ottenente la Realizzazione, che cosa succede? Tutte le vostre anomalie vi abbandonano e  diventate una  persona molto normale, e queste vibrazioni di Brezza Fresca cominciano a scorrere. Con questo ora lo potete dare alla Madre Terra, lo potete dare alle piante, lo potete dare agli alberi. Il tutto diventa un “Giardino di Allah”, dove si vive in completa gioia e felicità.

Il secondo obiettivo è che Dio vi ha preparati ora a per stabilirvi nel suo Regno. Questo è il vostro trono. Questo è il vostro diritto di essere lì. Avrebbe potuto essere corto circuitato  al tempo in cui Adamo ed Eva sono stati chiamati e gli era stato detto di non accedere a questo cosiddetto “libro della conoscenza” o “frutto della conoscenza.”
Ma essi non ascoltarono, vedete. Se si dà la libertà a qualcuno allora dirà: “Che cosa c’è di sbagliato?” Così, hanno iniziato a fare le cose che sono state portate loro da una forza satanica e le hanno accettate. Quindi, quello fu il peccato originale che abbiamo commesso. Così, essi hanno dovuto prendere incarnazione, fare tutte quelle cose e ora essere portati a questo livello in cui gli esseri umani debbano essere riportati di nuovo alla posizione dove dovevano andare.

Barabara: Madre, qual è la vera natura della morte? È possibile che si può scegliere di non morire? Qual è lo scopo della morte?

Shri Mataji: Vede, la morte è proprio come cambiare vestiti. Così a volte, quando si usano troppo dei vestiti ci si stanca. Si desidera cambiarli. La morte è allo stesso modo. Nessuno muore, non c’è niente che muore, tranne che la parte che è la Madre Terra e la parte che è l’acqua decade, e si resta come si è.
Ma se siete un anima realizzata, allora avete una scelta. Se si vuole rinascere, vorresti essere rinato. Se non si desidera rinascere, non si rinascerà. Dopo la realizzazione, diventa una vostra scelta. Se si vuole morire, si può morire. Se non si vuole morire, non è necessario morire.

Barbara: Molti di noi hanno sentito discussioni o letto nei libri circa l’evoluzione della materia, l’evoluzione della sostanza. Quali sono le vostre opinioni sulla materia in evoluzione e come si rapporta questo con la nostra materia fisica nel nostro corpo, nelle nostre cellule?

Shri Mataji: Per quel che riguarda la materia, ha seguito un’evoluzione, come sapete, e quando il carbonio si è stabilizzato, in realtà è stato il nostro primo Chakra a stabilizzarsi. C’è il carbonio che è tetravalente e il carbonio è quello che ha avviato la produzione degli aminoacidi. Quando gli aminoacidi hanno iniziato a manifestarsi, allora gli altri processi hanno avuto luogo, da cui l’evoluzione da ameba a stadio umano ha avuto luogo. E dopo lo stadio umano dobbiamo raggiungere la nostro Realizzazione del Sé, significa che lo Spirito che è nel nostro Cuore deve manifestarsi nella nostra attenzione, ovvero che dobbiamo sentirlo nel sistema nervoso centrale.

Ma qual è il rapporto tra materia e questo? Dovremmo vedere quel punto, è importante.

Ora, attraverso la materia sono fatti tutti i nostri centri [energetici]. Ad esempio, i due centri che sono sotto sono fatti del principio di Madre Terra. E, poi un altro e un altro ancora allo stesso modo. Tutti questi elementi hanno contribuito a creare i centri. E, questi centri sono fatti come specchi e il riflesso del Divino cade su di loro.
Poi, a livello umano la questione migliora così tanto, si evolve in tal modo che la riflessione a livello del cuore migliora così tanto che lo Spirito risplende lì, e la Kundalini è correttamente impostata per la vostra evoluzione, che è l’epitome dell’evoluzione. Come questo strumento che è fatto pezzo per pezzo, prima raccogliendo insieme  questa parte, poi quella parte, quella parte poi mettendole insieme.
Ora è giunto il momento per voi di essere connesso con la rete elettrica. Ora, questo oggetto non ha nulla a che fare con l’elettricità; esiste senza elettricità, ma può trasmettere l’elettricità. Allo stesso modo, diventiamo la lampada e quando diventiamo la lampada, la luce può essere portata dentro e noi diventiamo illuminati. Quindi, vi è un grande rapporto tra la lampada e la luce, ma la luce non può esistere senza la lampada, quindi la lampada deve esserci.

Barbara: Oggi è stato asserito che il sesso non ha niente a che fare con l’evoluzione nel modo in cui è stata descritta in Sahaja Yoga. Cosa significa?

Shri Mataji: Vedete la cosa è che noi pensiamo che facendo sesso o andando verso il sesso possiamo evolvere. È assolutamente falso. Voi non siete diventati un essere umano, da ameba a questo stadio, facendo sesso. Poiché gli animali tutti fanno sesso; ognuno fa sesso. Se lo fanno o no, non fa differenza!

Il fatto è che l’evoluzione avviene solo attraverso la vostra ricerca. Quando cominciate a cercare qualcosa, allora solo voi evolvete.

E la prima ricerca era per il cibo. Se vedete, come per gli animali, era per il cibo. Vedete, il sesso è spontaneo, loro non ci pensano, non leggono niente su di esso, non hanno alcuna educazione su di esso – niente. Il sesso viene fuori spontaneamente, proprio come il vostro respiro. Non è necessario averlo, come avete ora, nelle vostre scuole, dove ora si insegna sesso. Voglio dire, cosa c’è da insegnare? non capisco, è una cosa spontanea.
Al contrario, più si parla di esso, peggio diventa. E più diventa una cosa mentale… non potete fare sesso con il vostro cervello, vedete. Quindi, è tutta una cosa senza senso.
Tutte queste cose vi hanno portato ad avere problemi di impotenza e ogni sorta di cose in questo paese. Con il troppo pensare al sesso, al momento del sesso non si sta da nessuna parte, si è persi. Allora, qual è l’uso di una tale vita? Così, le persone che pensano troppo al sesso, sono davvero persone molto innaturali, sono molto innaturali.

Essere naturali è mantenerlo spontaneo, di vivere molto spontaneamente. Naturalmente, come signora indiana è troppo parlare in dettaglio dell’argomento, ma direi che… Non dovremmo nemmeno menzionare la parola “sesso” nella vita indiana, è così, ma penso che noi siamo persone molto potenti. La quantità di bambini che produciamo, non la potreste mai produrre, anche se voleste.

Così, ora la cosa è che, come una Madre io do ogni sorta di grazia a queste persone, segni  di grazia dovrei dire, quando hanno detto che il sesso può portare alla Kundalini. Perché, sapete, in principio devono aver provato qualcosa del genere e devono aver visto l’espressione della divinità che ha una proboscide, che si trova in questo centro [il primo centro detto Muladhara chakra, che si trova proprio sotto la Kundalini]. Noi lo chiamiamo Ganapati – che effettivamente si è incarnato in Cristo su questa terra in seguito. Ma Egli è Ganapati. Hanno visto solo la proboscide e devono aver frainteso credendo che fosse la Kundalini, perché ha una forma simile. Ed è per questo che potrebbero aver detto che tramite il sesso si risveglia la Kundalini, ma è la cosa più pericolosa. Se si passa attraverso il sesso, allora vi state aprendo assolutamente all’inferno. Se si va verso il sesso per cercare di venire a Dio, è assolutamente sbagliato.

Cristo è andato a tale limite – perché Cristo è nato qui [nell’Agnya chakra] e si occupa dei nostri lobi ottici e tutta questa parte degli occhi – e ciò che Egli ha detto è, “Non dovrai avere gli occhi adulteri.”
Che significa? Significa che dovete avere occhi innocenti. Egli era innocente, era l’incarnazione dell’innocenza. “Non dovrai avere gli occhi adulteri.” Né lussuria, né avidità nei tuoi occhi.
Ora questo è possibile solo se il Cristo è risvegliato in voi. Una volta che sia risvegliato in voi, allora voi avrete la vostra innocenza e perderete la lussuria dai vostri occhi. Gli occhi guarderanno in modo assoluto, ma non saranno coinvolti in quello che vedono. Questo genere di cose vi capiterà.

Quindi, il sesso, che è una cosa normale da fare, deve essere santificato dalla collettività. Dovrebbe essere fatto in modo appropriato  in modo da ottenere bravi figli. Il matrimonio dovrebbe essere santificato collettivamente e dovrebbe essere fatto in modo corretto e dovrebbe essere curato. Perché ora, naturalmente, le persone sono su una linea diversa, ma quando arrivai dieci anni fa, quando dissi loro che si deve avere la integrità mentale riguardo al sesso, si arrabbiarono molto e dissero: “Tu sei vittoriana.” Mi hanno chiamato Regina Victoria.

Ma ora penso che abbiano imparato la lezione, perché avevo detto loro che “Avrete una malattia che non sarete in grado di curare. Non fate tutte queste sciocchezze di perversione. È molto insensato. ” Ma anche ora stanno cercando di eludere il problema. Non cercate di eludere il problema. Potete essere curati da tale malattia se potete risvegliare la vostra innocenza dentro di voi. Attraverso la grazia di Cristo solo, noi possiamo farlo.

Barbara: Madre, abbiamo imparato, sentito dire che quando impariamo l’amore allora avremo volontà. Qual è il rapporto tra l’amore e la volontà?

Shri Mataji: Quando avremo l’amore, allora avremo volontà. Buono! L’amore è quando si diventa lo Spirito, perché lo Spirito non è altro che l’amore di Dio. È potere che pervade tutto, è Spirito. Così, quando conoscete quell’amore che non è attaccamento – non è attaccamento, vedete, come la linfa sale nell’albero,  va anche per il tronco, e poi per i rami, le foglie, i fiori, per tutte le parti . Non è che si ferma in un solo fiore. Se lo fa, allora il fiore muore e l’albero muore pure. Quindi, non è attaccato, ma è nutriente. Fa quello che deve fare. Quel tipo di amore che è assolutamente senza alcuna condizione, incondizionato, senza alcua lussuria, senza alcuna avidità – quel tipo di amore, poi conoscerete. Questo è possibile solo quando diventerete lo Spirito. Allora conoscerete la Volontà di Dio. La Volontà di Dio – ciò che deve essere fatto, non sapete perché.

Quando ottenete la vostra Realizzazione, quello che succede è questa Brezza Fresca è come un computer a lavoro.
Voi chiedete il computer, “Ora, devo fare questo lavoro?”
Se è sì, avrete vibrazioni fresche. Se no, avrete assenza di vibrazioni. Così, potrete conoscere la Sua Volontà. Sia fatta la tua volontà. Come si fa a conoscere la Sua volontà? Quindi, giusto lo sapete. Si diventa la conoscenza. Quando si diventa conoscenza… quando si diventa l’amore, allora si diventa la conoscenza pure. Anche nella vita quotidiana, se ami qualcuno si conosce molto di quella persona.

Barbara: Madre, questo pomeriggio, ha detto qualcosa di molto interessante in risposta alla domanda di una donna. E la risposta che hai dato è stata: “Servizio e sacrificio sono un mito, o è un mito.” Può descrivere cosa voleva dire con questo?

Shri Mataji: Già. Vedete, quando ho detto che, quando si diventa un santo, nel senso quando si diventa un’anima realizzata, scoprite si essere collettivamente consci. Allora succede che se qualcuno ha un problema lo sentite sulla punta delle dita. Vi strofinate la punta delle dita e la persona si sente bene. Ora, non avete fatto nessun servizio, non avete fatto nessun sacrificio.
È il vostro dito che è in difficoltà. Ora, se vi strofinate il dito, chi è l’altro? Vedete questo viene fuori dall’ignoranza e di quelli che… in India, in realtà, lo sapevano così bene che le persone che parlavano di sacrificio e di servizio erano chiamati Shudra, significa intoccabili. Ciò significa che non avevano alcuna conoscenza in proposito. Quelle persone che parlavano  in questo modo, “Vi serviremo, faremo questo vostro lavoro sporco ”   sono stati chiamati Shudra. Sono le persone che non dovrebbero essere toccate perché non hanno la consapevolezza che è il Potere Onnipervadente di Dio che fa tutto. Quello che dovete fare è solo di diventare una sola con esso.

E, una volta che sei uno con tutto l’Essere Primordiale, per esempio, sul tuo corpo se c’è un dolore da qualche parte, basta strofinare. Va bene, strofinate e va tutto bene. Non c’è nessun obbligo. In ogni caso non si è servito nessuno, non si è obbligati con nessuno. Quindi, il concetto che sei uno con il Tutto in se stesso è il concetto del nobile. E quelle persone che non hanno questo concetto non possono capire.

Pensano: “Stiamo servendo gli altri. Ci stiamo occupando degli altri”

“Chi è l’altro?” Chiedo loro. “Chi è l’altro? ”

Ecco perché questo è il concetto con cui gli indiani hanno sempre vissuto. E questo è qualcosa di buono che hanno. Ma hanno anche raccolto – quando i vostri missionari andavano lì hanno, anche loro, iniziato le loro missioni, questo, quello, servendo e così via.

Ora, per la povera gente, come li serviamo? Serviamo in questo modo in Sahaja Yoga, che una volta che ottengono la loro Realizzazione, non rimangono così poveri affatto. Vedete perché prima di tutto i poveri hanno cattive abitudini del bere – tutte quelle cose le abbandonano. Quindi, il denaro non va in cose senza senso.

In secondo luogo, ottengono quelle vibrazioni. Ora, qualunque sia il lavoro che fanno, essi diventano dinamici. Essi non hanno alcun problema di salute. Essi non devono andare dai medici. Diventano persone sane. Mentalmente, sono così attenti che lo fanno meglio di qualsiasi altro.

Abbiamo visto persone che sono venute da me a dire che, “I nostri bambini vanno  molto male a scuola. Deve fare qualcosa per loro. ” Quando hanno ottenuto la loro Realizzazione, ora diventati i primi a scuola. Hanno ottenuto tutte le borse di studio, tutto. Essi stanno andando molto bene.

Quindi, queste persone diventano anche materialmente meglio. Non diventano straordinariamente ricche ma diventano materialmente benestanti, persone soddisfatte.
Vedete, anche l’insoddisfazione è un’altra povertà, perché non siete soddisfatti. Penso che quelli siano i più grandi poveri, perché non sono mai soddisfatti. Ma le persone che sono anime realizzate sono anime soddisfatte. Loro sanno come vivere bene e sono aiutati.

Come Krishna ha detto, “Yogakshema Vahamyaham”.

Egli disse: “Ti darò lo Kshema dopo lo Yoga.”

Prima ha detto “Yoga” “Kshema” significa il vostro benessere. Quindi, il benessere agisce dopo Yoga, non prima.

Estratti dall’intervista a [1] Kazu Radio (Santa Cruz, California (USA), 1 ottobre 1983) e al [2] seminario di Santa Cruz (1 ottobre 1983)

Intervista completa



di Shri Mataji Nirmala Devi

Comments are closed.

go to the top
go to the top

Caro Utente, in nome del nuovo GDPR, ti informiamo che questo sito NON tratta o vende i tuoi dati personali.
Sappi che alcuni blocchi funzionali del sito salvano delle informazioni sul tuo browser, utili per il loro funzionamento.
Noto tutto ciò, ti invitiamo a proseguire su questo sito.