Sahaja Yoga, come realizzarsi completamente

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
15 maggio 2012 In Articoli vari

Cosa vuol dire realizzarsi nella vita?

Sicuramente molti di voi si saranno chiesti, almeno una volta, quale è il senso della vita e come è possibile realizzarsi in essa. Consciamente o inconsciamente si è sempre alla ricerca di qualcosa che ci realizzi, che ci dia piena soddisfazione, che ci dia  felicità.
Allora si stabilizzano degli obiettivi e tutte le nostre energie e la nostra attenzione vengono investite nel realizzarli. Poi però, una volta raggiunti e una volta passato lo stato di appagamento che il successo ci elargisce in quel momento,  ci si ritrova a fare la stessa domanda: cosa mi può realizzare completamente?

Se ora ci fermassimo per un attimo ad osservare gli obiettivi che abbiamo perseguito finora, potremmo notare che generalmente abbiamo cercato la realizzazione in qualcosa che era al di fuori di noi (lavoro, affetti, sport, ecc) e quindi in qualcosa destinato ad essere mutabile ed eventualmente a durare per un tempo limitato. Affidare la nostra felicità a qualcosa di transitorio non può che portarci ad un appagamento temporaneo.
Se solo ci fermassimo ancora per un attimo e ci chiedessimo cosa è che nella nostra vita è eterno e immutabile, allora ci avvicineremmo alla soluzione della nostra inquisizione.
Il nostro Sé è eterno e immutabile. In sanscrito è detto Atma e la sua manifestazione è detta Niraananda, ovvero gioia incondizionata. Questo è lo stato di completa realizzazione che tutti possiamo perseguire: la Realizzazione del Sé.

Per realizzarsi non dobbiamo fare, ma diventare.

Non è necessario fare niente per realizzarsi, non dobbiamo pagare per ciò che esiste innato in noi: la realizzazione spirituale è un nostro diritto di nascita!
Quanto abbiamo dovuto pagare perché nostra madre ci mettesse al mondo? Quanto dobbiamo pagare una pianta perché germogli, cresca e ci dia i suoi frutti? Ogni processo naturale si attiva da sé: è la vita stessa che lo sostiene. E questa vita è sostenuta da un energia universale che permea tutto lo spazio dall’infinitesimo atomo alla più vasta galassia. Questa energia è in noi e fuori di noi. Essa ci può aiutare ad ottenere la nostra realizzazione, ma solo se glielo permettiamo.

Realizzarsi nel Sé vuol dire raggiungere la completa armonia.

Il nostro benessere fisico, psichico, mentale è spontaneamente ottenuto quando otteniamo la nostra Realizzazione del Sé, perché recuperando l’armonia del nostro sistema energetico interiore  i benefici si ripercuotono a tutti i livelli.
Yoga significa “connessione”, connessione fra il nostro Sé interiore e quello universale. Una volta che questa connessione si attua, noi siamo uno con il mondo intorno a noi, siamo completamente connessi e assolutamente in armonia con esso e sentiamo che tutta la natura intorno a noi si prende cura di noi e ci protegge.

Realizzarsi nel Sé significa raggiungere l’epitome dell’evoluzione.

Evoluzione umana

Lo stadio di essere umano non è l’ultimo livello della nostra evoluzione. Tramite la Realizzazione del Sé possiamo ascendere ad un livello superiore, che possiamo ben definire come “essere illuminato”. Tutte le nostre facoltà saranno sviluppate e saremo in grado rendere la nostra vita (l’intero mondo) un vero paradiso, in virtù delle nostre qualità completamente espresse.
Tutti possono giungere a questo livello, è un diritto di nascita.

“La Realizzazione del Sé è l’epitome del nostro processo evolutivo, che è un processo vivente attraverso il quale voi raggiungete il vostro più alto Sé. Persino Darwin, che era ateo, affermò che come gli esseri umani sono arrivati fino a questo punto essi raggiungeranno il loro assoluto. Così, raggiungere il vostro assoluto significa ottenere la Realizzazione del Sé.”
Shri Mataji Nirmala Devi

Realizzarsi nel Sé è una vera rivoluzione.

Realizzare se stessi non è solo la soluzione dei propri problemi, ma anche di quelli di tutta la società.

“Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiare se stesso.”
Lev Tolstoj

Armonizzare l’individuo significa avere una società migliore, più integrata. Come un effetto domino, l’armonia va a propagarsi dall’uno all’altro e la crescita personale si riflette in un miglioramento di tutto l’essere collettivo. Chi raggiunge uno stato di benessere completo e di gioia imperitura non potrà desiderare altro che il bene degli altri e fare del suo meglio per realizzarlo.
In questo stato di consapevolezza, ci si rende facilmente conto – lo si percepisce proprio – che il benessere altrui giova al proprio benessere e si realizza così in modo spontaneo il movimento ascensionale di crescita vero un bene comune. A quel livello non c’è più bisogno d dire ciò che fa bene e ciò che fa male, perché si è tutti sincronizzati su un’unica nota: quella dell’amore universale.
Questa è quindi una vera e propria rivoluzione, una Rivoluzione Spirituale, che nasce dal di dentro per rinnovare tutto il mondo.

Ora noi vi proponiamo di proseguire questo cammino evolutivo insieme, seguendo il percorso naturale che ci consente di ottenere questa Realizzazione tramite il risveglio della nostra energia interiore, il cui nome sanscrito è Kundalini e che risiede nel nostro osso sacro. L’importanza di questa osso doveva essere nota agli antichi greci, considerato che gli avevano assegnato l’attribuito di “sacro”. Questo percorso parte dal basso e si sviluppa verso l’alto, andando a risvegliare tutti i principi del nostro sistema sottile in modo da ottenere effettivamente una realizzazione completa.

Vi proponiamo quindi di seguire il nostro corso gratuito online, o uno dei corsi – anch’essi gratuiti – disponibili in tantissime città d’Italia.



di Silvana Donato

go to the top
go to the top