Mappa del Virata

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
25 agosto 2013 In Chakra

In un precedente articolo, abbiamo visto che i chakra sono riflessi non solo sulle mani e sui piedi, ma anche nelle varie parti del corpo (vedi mappa dei chakra). Ebbene, Shri Mataji ci ha insegnato che la corrispondenza va ben oltre, ovvero essa si espande a livello cosmico. Vediamo nel caso del nostro pianeta Terra, quali sono alcune delle corrispondenze, come riportato dalla mappa della figura in basso (mappa approvata da Shri Mataji nel 1994).

Per esempio, le Himalaya sono il Sahastrara, la Germania e il Giappone sono il Cuore Destro, l’America è il Vishuddhi (l’America del nord il Vishuddhi destro mentre quella del sud è il Vishuddhi sinistro), l’Australia è il Mooladhara, l’India è… indovinate un po? la Kundalini, ecc.
E l’Italia? L’Italia è l’Anima, Jivatma.
La Terra dello Spirito invece è la Gran Bretagna.

La cosa interessante è che anche in una nazione stessa, ci possono essere, a seconda delle varie regioni, altrettante suddivisioni, che marcano l’indole della popolazione. In effetti possiamo ben dire, che l’indole degli italiani del nord è ben diversa da quella degli italiani del centro e del sud. Per esempio, in un discorso tenutosi a Vancouver, Shri Mataji ci diceva che il Canada (rispetto alla totalità dell’America che abbiamo detto essere il Vishuddhi chakra) è l’Hamsa chakra. In un altro discorso, Shri Mataji disse che i setti colli di Roma, corrispondono ai sette chakra. Oppure, come ci ha ricordato più volte, il Maharastra, un distretto indiano, è il Mooladhara chakra.

 

Mappa dei chakra a livello mondiale

Poi potremmo andare ancora oltre e trovare le corrispondenze anche nei pianeti, per esempio Giove corrisponde al Nabhi, Mercurio allo Swadhisthan, in Marte risiede il Mooladhara, ecc. Ecco l’estratto di un discorso in cui Shri Mataji lo illustra.

Così martedì è il giorno in cui Shri Ganesha fu stabilizzato e poi la Dea cominciò a lavorare. Il primo giorno in cui Ella cominciò fu quindi Mercoledì. Mercoledì è il giorno dell’azione, per questo cominciò di mercoledì. Oggi è, in queste circostanze, sabato; ma vi sto dicendo dell’originale distribuzione dei tempi. Perché mercoledì è il giorno dello Swadhisthan, è il giorno in cui cominciò a fare il lavoro [della Creazione]. Quindi martedì è il primo giorno in Sahaja Yoga, mercoledì è il secondo. E sarete sorpresi di scoprire che anche le stelle sono allo stesso modo, perché martedì è il giorno di Marte, che è presieduto da Shri Ganesha [il principio sottile del Mooladhara chakra]. Mercoledì è il giorno di Mercurio e Mercurio è lo Swadhisthan.
Il terzo giorno è il giorno di Giove, che è il giorno che noi diciamo del guru, è il maestro. Ora, venerdì è il giorno della Dea. Ora vedete anche per i chakra, la Dea, Madre della Terra, Madre dell’Universo, Venere. Ma in lingua sanscrita, i nomi dei giorni sono esattamente gli stessi, corrispondenti alle stesse [anche in italiano], così…
Poi sabato è il giorno di Shri Krishna (Shani), è Saturno. Poi domenica è il giorno del Cristo, il Sole. Lunedì è il giorno di Sadashiva – è il giorno della Realizzazione, della Integrazione [Sahasrara chakra quindi]. Questi sono i sette giorni in cui Dio ha creato l’intero universo.  (Discorso in Sydney (Australia), 4 Aprile 1981)

 

 

 



di Silvana Donato

go to the top
go to the top

Caro Utente, in nome del nuovo GDPR, ti informiamo che questo sito NON tratta o vende i tuoi dati personali.
Sappi che alcuni blocchi funzionali del sito salvano delle informazioni sul tuo browser, utili per il loro funzionamento.
Noto tutto ciò, ti invitiamo a proseguire su questo sito.