Lo Swadhisthan chakra

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
21 luglio 2010 In Chakra, Swadhisthan

Swadhisthan chakraIl secondo chakra del nostro sistema sottile si chiama Swadhisthan. Si trova sopra l’osso sacro, nel plesso aortico – la parte bassa del nostro addome – ed è il chakra da cui parte il nostro canale destro. Sulle mani è riflesso nel pollice, mentre sui piedi corrisponde al dito medio. Regola diversi organi: il fegato, i reni, la milza, il pancreas, parte dell’utero e parte dell’intestino.
Le qualità principali di questo centro sono la pura attenzione, la concentrazione, la creatività e. in particolare nel lato sinistro, la pura conoscenza.
Lo Swadhisthan procura l’energia che permette all’essere umano di mettere in moto le proprie azioni e la propria conoscenza. Per essere più precisi, lo Swadhisthan effettua un movimento rotatorio intorno al Nabhi chakra (che è il terzo chakra), andando a coprire l’area denominata Void (o Oceano delle Illusioni). Nel suo movimento esso fornisce l’energia che consente all’essere umano di mettere in azione la propria creatività e di agire in modo efficace.
Nella mappa evolutiva il Mooladhara chakra rappresenta lo stato dell’Innocenza Primordiale precedente la creazione, mentre lo Swadhisthan rappresenta la creazione stessa e presiede alla manifestazione materiale dell’universo. Inoltre lo Swadhisthan ci dà la pura conoscenza che ci consente di vivere in armonia con le leggi naturali e di evolvere verso la conoscenza dello Spirito.

In termini pratici, quando noi pensiano, pianifichiamo o applichiamo la nostra creatività, è lo Swadhisthan a darci l’energia necessaria per farlo. Quindi se questo chakra è equilibrato, la nostra ispirazione creativa sarà sempre attiva e prolifica; ci stanchiamo o stressiamo poco; in particolare la nostra attenzione sarà sempre nel presente e stabile e non sarà disturbata da mille pensieri.
Quando invece questo chakra è stressato, allora percepiremo uno stato di affaticamento maggiore, un’incapacità nel mantenere la nostra attenzione ferma e potremmo diventare irascibili.
Nel lato sinistro poi, l’effetto di uno Swadhisthan equilibrato è di avere una conoscenza pura, ovvero una conoscenza che ci porta sempre a fare del bene a noi stessi e agli altri. Questo tipo di conoscenza è intrinseca del chakra e non dipende da quanti libri abbiamo letto, proprio come la saggezza (qualità del Mooladhara) è innata e non dipende da quante esperienze abbiamo fatto.
Quando lo Swadhisthan sinistro è bloccato, possono manifestarsi artificiosità nel comportamento, tendenza alla depressione o agli sbalzi d’umore, influenzabilità; inoltre, in questa situazione, esso diventa la porta di ingresso della falsa conoscenza, la quale presenta anche una manifestazione fisica sotto forma di virus e batteri, per cui il soggetto tende ad ammalarsi facilmente.

Siccome questo chakra si prende cura di gran parte degli organi della digestione, allora anche ciò che mangiamo potrebbe influire sul suo corretto funzionamento; ma questo dipende da caso a caso, a seconda che tendiamo ad essere più sul lato destro che sul lato sinistro, o viceversa.
Possiamo dire in generale, che è importante non surriscaldare il fegato, affinché la nostra attenzione rimanga stabile.

Trattamenti per lo Swadhisthan chakra

Pediluvio. Il pediluvio è un altro trattamento molto efficace per scaricare le tensioni accumulate in questo chakra. La modalità è analoga come per tutti i chakra, come indicato nell’articolo dedicato al pediluvio: si valutano i due canali e in base a quello che percepiamo sulle mani sceglieremo la temperatura dell’acqua da usare.

Usare le vibrazioni. Un altro modo di lavorare lo Swadhisthan è tramite le vibrazioni come visto nell’articolo Come migliorare i chakra con le vibrazioni. Ricordate che lo Swadhisthan chakra è riflesso nei pollici della mano e nelle dita medie dei piedi.

Candela per lo Swadhisthan sinistro. Per lo Swadhisthan sinistro è anche possibile in certi casi usare la candela. Per i dettagli vedere l’articolo Trattamento per il canale sinistro: la candela.

Ghiaccio per lo Swadhisthan destro. Per lo Swadhisthan destro è possibile usare come trattamento con il ghiaccio. Da usarsi, come spiegato nell’articoli, lontano dai pasti e per non più di 5 minuti.



di Alex Buaiscia

go to the top
go to the top

Caro Utente, in nome del nuovo GDPR, ti informiamo che questo sito NON tratta o vende i tuoi dati personali.
Sappi che alcuni blocchi funzionali del sito salvano delle informazioni sul tuo browser, utili per il loro funzionamento.
Noto tutto ciò, se sei d’accordo, ti invitiamo a proseguire su questo sito.