Meditazione per bambini – Conoscenze base sullo Yoga

Se è la tua prima volta su questo sito, prendi prima la tua Realizzazione del Sè
30 ottobre 2011 In Insegnare ai bambini

Una prima cosa da fare è trovare il modo di comunicare le conoscenze sullo yoga in modo che siano comprese facilmente dai bambini. Non è essenziale che si usino esattamente gli stessi termini, l’importante è che i concetti di basesiano corretti.
Non esiste una regola su come comunicare. Noi vi daremo una linea guida che potrete adattare alle vostre esigenze. Potrete osservare i vostri bambini e, conoscendo i loro gusti, potrete usare un linguaggio adatto alla loro comprensione.

Il Sistema Sottile e le sue qualità

Nel nostro caso, potremo cambiare i nomi di alcuni termini come segue.
Potremo chiamare “giardino segreto” il sistema sottile/energetico; potremo chiamare “fiori magici” i chakra (che sono comunque sempre rappresentati con dei fiori); potremo indicare i loro “principi” con “poteri”. Chiameremo i chakra “fiore arancio”, “fiore giallo”, ecc; oppure con i loro nomi Muladhara, Swadisthana, ecc.; in questo caso è lo stesso, tanto non esistono dei termini analoghi nella nostra lingua, sono dei nomi propri.
La Kundalini potrà essere chiamata “Madre Kundalini” o “Fata Kundalini”; la Fata Kundalini ha il potere di guarire tutti i fiori del nostro giardino segreto e renderli bellissimi.
Il Sahasrara è il Fiore dai Mille Petali e dai Mille Colori ed è dato dall’unione/combinazione di tutti gli altri fiori, per questo ha mille colori. Esso è quindi il frutto dell’amore di tutti gli altri fiori; quando tutti gli altri fiori stanno bene, allora il Sahasrara è completamente aperto e dà felicità a noi e a tutto il mondo.
Il Canale centrale (Sushumna nadi) è la via che percorre la Kundalini per andare da un Fiore all’altro. Questa è la Via del Bene e della Verità. Quando questa via è sgombra ed ordinata, allora la Fata Kundalini può passare bene e prendersi cura di tutti i Fiori. Se invece lungo la via ci sono degli ostacoli, allora la Kundalini non può passare bene. Non solo, se la strada è troppo bloccata, allora si divide in due ed è per questo che la Kundalini si smarrisce e non riesce ad arrivare fino al Sahasrara. Sulla mappa si vedono infatti delle deviazioni, altre due stradine: una a destra e una a sinistra.
Quella a destra (gialla – il Canale Destro o Pingala Nadi) si crea quando noi siamo troppo agitati e non stiamo mai fermi un attimo; quando ci mettiamo a pensare troppo, a parlare troppo o a dire troppo “Io, Io” oppure “Io voglio questo, io voglio quello”. Essa è chiamata infatti la Via dell’Azione.
Quella a sinistra (blu – il Canale sinistro o Ida nadi) si crea quando invece siamo troppo piagnucoloni; quando piangiamo per ogni cosa, siamo sempre tristi o vogliamo che anche gli altri siano tristi per cui raccontiamo storie tristi; oppure quando raccontiamo troppe bugie. Questa è chiamata la Via delle Emozioni.

Vediamo quindi la mappa dei chakra disegnata in formato bambino. Ne riportiamo due con diverse nominazioni e una in bianco e nero da colorare.

Sistema sottile formato bambino

Sistema sottile

Mappa del giardino segreto

Mappa del giardino segreto

sistema sottile da colorare

Sistema sottile da colorare

Raccontare lo conoscenze Yoga tramite le Favole

Le favole sono un ottimo modo per trasmettere ai bambini dei valori morali e dei principi in modo simpatico.
In questo modo il bambino non sentirà di fare una lezione di scuola, perché si sentirà partecipe della storia e impararerà divertendosi. Questo, naturalmente, lo abbiamo sperimentato noi stessi al tempo che fu.
Ecco, per esempio, due storielle per introdurre le conoscenze base dello Yoga.

Il Tesoro Nascosto

Quando la Regina Madre del Mondo aveva creato gli esseri umani, era davvero soddisfatta. Aveva creati degli esseri così belli, intelligenti, pieni di creatività e desiderio di fare cose importanti. La Terra le sembrava davvero un Paradiso e così in effetti era. Erano tutti felici e gioivano della vita e delle cose belle che c’erano intorno a loro; anzi erano anche capaci con il loro ingegno di realizzare delle belle invenzioni a volte per utilità e a volte per divertimento.
Così, la Regina Madre decise di premiare gli esseri umani donando loro uno straordinario potere: quello di poter realizzare tutti i loro desideri, “Così che” – pensava lei – “avrebbero potuto essere sempre felici”. Continua a leggere »

Il Fiore dai Mille Colori e la ricerca della Felicità

Nel Regno delle Fate tutti vivevano felici e contenti sempre.
Non esisteva l’invidia e tutti erano sempre gentili e generosi l’uno con l’altro. Nessuno si arrabbiava e si trovava sempre il modo di risolvere i problemi con saggezza e omprensione.
Il segreto del Regno delle Fate era un bellissimo Fiore dai Mille Colori, un fiore magico che aveva il potere di trasmettere la felicità a tutti. Come questo Fiore Fatato era sano e bene aperto infatti, esso emanava tutta la sua fragranza e il suo potere che dava un senso di gioia grandissima in tutti. Continua a leggere »

Altre storie:



di Silvana Donato

Ci sono 3 commenti

  1. Davide ha detto:

    Ciao, volevo farvi i miei complimenti per il bellissimo lavoro che state facendo con il sito,per voi é molto impegniativo, pero’ vi assicuro che é di grandissimo aiuto anche per noi che facciamo i programmi pubblici.

    Davide da Cagliari.

    J.S.M.

  2. sabrina ha detto:

    Ciao, volevo ringraziarvi per i bellissimi spunti che mi avete fornito nel vs. sito. Insegno in una scuola ed i bambini sono sempre più litigiosi ed entrano in competizione continuamente così e da un po’ che pensavo di proporre la meditazione per riequilibrare le loro energie sottili e migliorare le relazioni. le storie sono davvero delle perle di saggezza.

    • Silvana Donato ha detto:

      Ci sono alcuni sahaja yogi/yogini (yogini è la versione femminile di yogi) che fanno dei corsi di yoga nelle scuole – seguendo l’approccio semplice e giocoso come visto in questa classe.
      Ho partecipato ad un paio di classi e devo dire che la risposta dei bambini è quasi immediata: riescono a meditare con estrema facilità e già dal secondo incontro sono molto più tranquilli. Inoltre sono molto intuitivi e profondi e spesso è davvero ispirante meditare insieme a loro.
      Se a qualcuno interessasse, può cliccare qui per mandarci un messaggio.

go to the top
go to the top